logo cedrasco

Via Vittorio Veneto - 23010 CEDRASCO (SO)
Codice Fiscale e Partita IVA 00092630144
E-mail p.e.c. protocollo.cedrasco@cert.provincia.so.it
tel. 0342.492159 - fax 0342.493577 - CUF UFWXDX
Posta elettronica: info@comunecedrasco.gov.it

Il territorio

territorio1Cedrasco è un piccolo Comune ubicato nella media Valtellina, in sinistra ortografica del Fiume Adda, in prossimità della catena montuosa delle Prealpi Orobiche. Sorge sul conoide del Torrente Cervio le cui sorgenti si localizzano ai piedi del Cornostella (2.618 metri s.l.m.).
A partire da circa quota 1.000 metri s.l.m. il territorio comunale è interessato dal Parco delle Orobie Valtellinesi.

Cenni storici

Il Comune di Cedrasco è collocato sul fondovalle lungo la strada pedemontana orobica nei pressi del conoide di deiezione generato dal torrente Cèrvio. La sua origine è ascrivibile al XIV secolo quando in questo territorio erano presenti miniere ed attività  connesse alla estrazione ed alla lavorazione del ferro. L'autonomia politica di Cedrasco risale al 1442 con la separazione da Postalesio e Berbenno mentre l'attuale estensione territoriale risale al 1492. Il nucleo urbano, caratterizzato da una serie di interessanti architetture rurali di prevalente origine settecentesca ed ottocentesca, si sviluppa attorno alla Chiesa parrocchiale di Sant'Agostino, di antica fondazione e ricostruita in epoca barocca che, con la Chiesa di Sant'Anna (1634) posizionata fuori dall'abitato in direzione Caiolo, costituisce il più notevole monumento del paese. Tra gli insediamenti rurali posti sulle pendici montane circostanti Cedrasco sono da ricordare, lungo la Valle Cervia che conduce verso la bergamasca, i nuclei di Foppe (860 metri s.l.m.), Bugli (1.060 metri s.l.m.), Campelli (1.260 metri s.l.m.) ed il maggengo di Arale (1.600 metri s.l.m.).

LO STEMMA DEL COMUNE
storia1Lo stemma è stato creato con il supporto di manoscritti risalenti al 1525.
Nel riquadro in oro è rappresentato il cerro (quercia) che anticamente ha dato origine al nome di Cedrasco. Nei riquadri rosso e blu sono rappresentate le due squadre (Monte e Piano) che formavano la Comunità .
L'arma qui riprodotta a colori, nel linguaggio tecnico-araldico del Blasone così si legge: troncato in capo, d'oro caricato di cerro di verde; partito, nel 1° di rosso caricato al monte all'italiana di 3 colli d'argento posti 2, 1, nel 2° di blu alla faccia d'argento.

La Val Cervia

La Val Cervia si snoda nel territorio comunale di Cedrasco e Fusine ed è una vallata che attraversa in senso longitudinale la catena delle Prealpi orobiche Valtellinese. Gran parte del suo territorio fa parte del Parco delle Orobie Valtellinesi (in pratica da quota 1.000 mt sul livello del mare fino al confine con la limitrofa provincia di Bergamo a  2.600 mt.). La vallata è percorsa dal torrente Cervio che nasce in località Pessoli scorre per circa 4 km su un declivio con pendenze variabile fra il 10 e il 20 per cento e poi si incassa nella forra con forte pendenza per arrivare al uscire nel conoide che si sviluppa a monte dell'abitato di Cedrasco, quindi scorre su un tratto con lieve pendenza regimato fra due argini per poi sfociare nel fiume Adda. Il percorso complessivo del torrente è di Km. 10. Il corso d'acqua, che presenta portate variabili in base alle stagioni, è particolarmente ricco di trote della natura fario e iridea.

val-cervia-01 val-cervia-02

Leggi tutto

  • 1
  • 2